La nostra linea

 

Nell’universo delle eccellenze in tutti i campi ogni dettaglio è importante.
È questa la filosofia che lo staff di “Le Plateau Royal” persegue con la ricerca maniacale delle eccellenze e della qualità proponendo dei prodotti eccezionali, attentamente selezionati da gustare in un ambiente accogliente e raffinato.

Ostriche, ogni genere di coquillage, scampi, gamberi rossi di Mazara, astici blu, granseole, snow crab dell’Alaska, gli introvabili percebes, sono un piacere per i vostri occhi e per il vostro palato.

Esistono molte qualità di ostriche, alcune rare e difficilmente reperibili sul mercato, altre più comuni ma differenziate dalle “Claire” in cui vengono affinate e che per effetto delle maree che portano il fictoplanton assumono sfumature di gusto diverse.

Le Plateau Royal presenterà sempre i migliori prodotti creati dagli ostricoltori più accreditati che hanno superato il severo esame dei nostri selezionatori.

Tutta la freschezza del mare

 

La freschezza del pescato e una lavorazione rigorosa per un pesce crudo di alta qualità e dal sapore delizioso

Gambero rosso di Mazara

Unanimemente riconosciuto come uno dei gamberi più prelibati sul globo ed apprezzato dai migliori chef stellati, questo crostaceo viene pescato nelle acque profonde tra Sicilia e Tunisia. Le correnti marine portano temperature superiori alla media in questa zona e la salinità dell’acqua influisce sulla crescita del gambero. Questi due fattori conferiscono un sapore decisamente superiore rispetto ad altri crostacei. Piccolo suggerimento: il vero punto forte è la testa.

Granchio Porro

Pescati nelle fredde acque dei mari del Nord Europa, questi deliziosi granchi sono un ottimo ingrediente per un succulento piatto di fettuccine fresche.

Chele di Grangiporro

Il Granciporro è un prelibato granchio. Si trova in Europa ed in particolare ha trovato un habitat confortevole nella zona costiera della Bretagna. Si tratta di un crostaceo che raggiunge i 40 centimetri di dimensioni. Le grandi chele sono considerate vere godurie: è qui che si trova la maggioranza della polpa.

Astice blu

Pescato nei mari del nord Europa, dalla Francia alla Scozia, questa prelibatezza ha un tipo di carne che ricorda l’aragosta. La raccolta avviene esclusivamente con metodi tradizionali, attraverso le nasse. L’Astice blu è differente rispetto al cugino che vive nelle zone canadesi: il sapore è più intenso e la carne ha consistenza superiore. Inoltre, presenta un guscio di colore bluastro.

Tartufi di mare

Pescato ancora artigianalmente, il tartufo di mare non si alleva e per questo non è facile da trovare: viene raccolto a mano da operatori subacquei tramite rastrelli. Si tratta di molluschi bivalvi che vivono in colonie nei fondali sabbiosi. Il gusto è intenso. Il mollusco è grosso e carnoso. Si può mangiare anche crudo.

Percebes

Quando il palato incontra questi crostacei, si prova un mix di sensazioni marine difficili da raccontare. Si sente il profumo del mare, si sente la brezza e anche lo iodio. In Italia non si trovano e per scovarli bisogna raggiungere la Galizia, dove le rocce vengono incessantemente battute dall’oceano atlantico.

Gamberetti grigi

Il gamberetto grigio (crevette gris) noto anche come granat è un gambero molto diffuso, ha un colore grigio trasparente e cresce lungo le coste Atlantiche.

Murici

I murici hanno un aspetto molto particolare. Sono molluschi che ricordano la forma di una clava. Hanno una base stretta e diventano più grandi man mano che ci si avvicina alla parte superiore. La conchiglia si trova proprio qui: ed è lo stesso luogo da cui viene estratto il mollusco. Il gusto è molto particolare.

Fasolari

Sono molluschi bivalve. La produzione è limitata: i fasolari crescono in fondo al mare, su isole di sabbia di alcune centinaia di metri. Generalmente questi dossi si trovano distanti qualche miglia dalla costa e sono situati oltre i 10 metri di profondità.

Lumache di mare – Bulot

Si pescano in Francia, in acque poco profonde, lungo le coste che hanno ospitato lo sbarco degli alleati. Il gusto è intenso, la carne deliziosa ed è consistente al contatto con il palato.

Lumachine di mare – Bigorneaux

In un vero Plateau Royal non possono mancare le lumachine di mare. Sono pescate sia lungo le coste della Normandia che in Bretagna.

Il nostro orgoglio

 

La più ricca e assortita selezione di ostriche freschissime, provenienti da Bretagna, Normandia, Irlanda e Mar Mediterraneo

Fine de claire verde (Poitou — Charentes)

Per gli amanti dell’ostrica verde, dal gusto definito.
La Fine de Claire Verde prende la tipica colorazione da un’alga monocellulare presente in mare in determinati periodi dell’anno. Dalla forma omogenea, all’interno troviamo una polpa con grado di carnosità nella norma ma dalla consistenza soffice e dal mantello traslucido. All’olfatto si sente un gradevole odore di mare mentre il gusto finito lascia in bocca subito un sapore salino ed in seguito un sapore dolce tipico delle ostriche verdi.

Tsarskaya (Bretagnia Mont S. Michel)

L’ostrica dello Zar.
Le ostriche della zona di Cancale sono sempre state cibo prelibato. Fin da tempo immemore erano apprezzate dai sovrani ed in particolare venivano esportate e gustate in Russia. La Tsarskaya omaggia i buongustai ed è rappresentata da un simbolo che racchiude lo stemma di Cancale e quello degli Zar. Questa ostrica viene affinata solo a Cancale: è la zona che conferisce un gusto unico e una polpa carnosa.

Pousse en claire Label Rouge (Poitou – Charentes)

Ostrica con un gusto persistente e dal profumo di mare. Gli intenditori gustano un sapore pieno e carnoso. Si nota il contrasto marino-terrestre. Le famose Pousse en Claire, “spinte nelle claire”, è il tipo di affinatura più alto che un’ostrica possa raggiungere e quelle provenienti da Marennes d’Oleron possono godere di questo appellativo. Le ostriche di questa zona vengono scelte attraverso caratteristiche precise e allevate secondo rigidi criteri: devono stare almeno 4 mesi in un metro quadro che ospiti al massimo dalle 2 alle 5 sorelle. Grazie a questa affinatura la Pousse en claire Label Rouge riceve molto nutrimento e può crescere più della media.

Speciale Gillardeau (Poitou – Charentes)

Una “Speciale Gillardeau” prima ancora di essere assaggiata si assapora con la vista. La carnosità è un punto cruciale in questa prelibatezza. La polpa riempie il palato e conferisce un mix di gusti unico: da quelli più raffinati a quelli più intensi. Travolge e stupisce. Le ostriche Gillardeau si portano appresso una tradizione straordinaria. Le regole rigide imposte da quattro generazioni ne preservano le caratteristiche uniche. La crescita dura quattro anni. Prima si allevano in parchi marini e poi vengono immerse in acque profonde. Si mantiene volutamente una bassa densità di ostriche per permettere un corretto nutrimento. Solo attraverso questo processo si ottengono le “Speciali Gillardeau”.

Tia Maraa (Poitou – Charentes)

La Tia Maraa è un’ostrica di alta qualità. Si contraddistingue dal sapore che ricorda la nocciola con una punta di zuccherino. Possiede l’importante marchio di qualità IQO (Irish Quality Oyster). È carnosa, color crema e con un gusto iodato.

Tarburiech (Languedoc – Roussilion)

Si tratta di prodotto straordinario. La qualità è sempre stata centrale nell’allevamento dell’ostrica Tradition, ma questa Spéciale Tarbouriech® è ancora superiore. Il motivo dipende dal tipo di allevamento. L’ostrica è collegata a tavole motorizzate e ciclicamente viene estratta dall’acqua. Durante la crescita si creano così delle “maree artificiali” che impattano sul frutto. La lunghissima sperimentazione ha prodotto un’ostrica carnosa e soda, un muscolo grosso e iodato, una conchiglia resistente di forma concava e rosata. Bon appetit!

Tatihou (Normandia)

Ostrica normanna, la Tatihou è una concava che si nutre esclusivamente di phytoplancton naturale. E’ croccante e carnosa, con il gusto di nocciola, tipico delle ostriche della Normandia e vincitrice della medaglia d’oro al Concours Général Agricole Paris.

Belon (Bretagna)

Cancale è un luogo straordinario per l’allevamento di ostriche. Le maree della Baia di Mont St Michel sono uniche al mondo e ideali per far crescere questo tipo di molluschi. Non a caso il Re Francesco 1 di Francia già nel 1545 aveva dato a Cancale il titolo di “Ville”, grazie alla sua produzione. Per forgiarsi del nome “Belon”, un’ostrica piatta deve crescere tra il Couesnon e la foce del Vilaine. La certezza della qualità e del gusto, abbinato ad un mix di sapori ineguagliabili, sono le caratteristiche principali della Belon. Questa ostrica viene allevata con metodi naturali nel rispetto della migliore tradizione locale.